Domande frequenti (Faq)

Dove andare?
Se già conosci qualche insegnante o hai già preso contatto con qualche istituto con il quale il Conservatorio ha un accordo di scambio la scelta è ovviamente più facile. Se invece non hai riferimenti precisi, scegli aiutandoti con la consultazione dei siti internet di diversi istituti. Solitamente in queste pagine si trova l'elenco dei docenti, dei corsi e della loro durata e spesso anche informazioni pratiche su come organizzare il proprio soggiorno. Il numero di richieste possibili è 3. Informati bene sui corsi e sulla qualità di tutti gli istituti, spesso anche quelli meno conosciuti hanno un alto livello di formazione che li rende interessanti; visto che sono meno richiesti, è più probabile che una tua domanda presso di loro sia accettata.

Quanto tempo potrò stare all'estero e di quanto sarà la borsa?
Il periodo di studio varia da tre a dodici mesi: le possibilità dipendono dal numero di domande e dalla quantità di borse trimestrali che saranno concesse dalla Comunità Europea: Il numero di borse verrà diviso fra tutti quelli che faranno domanda cercando di dare al maggior numero di persone la possibilità di partire. L'entità della borsa è solitamente di circa 200/230 euro/mese, che a volte vengono integrati da altre sovvenzioni.

Come funziona il placement?
Il placement da l'opportunità di passare un periodo di tirocinio-lavoro presso un'istituzione o un'azienda che opera nel nostro campo di studi. Per gli studenti di musica le possibilità possono essere per esempio tirocini presso orchestre e teatri, placement presso conservatori come accompagnatori al piano o nel campo musicologico, studiosi e schedatori presso biblioteche musicali o simili. Per questo tipo di mobilità occorre avere ulteriori contatti con imprese e istituzioni professionali. Il periodo va da un minimo di 3 a un massimo di 6 mesi e la borsa è più cospicua (per il 2009-2010 si tratta di 600 euro/mese).

Cosa occorre per la domanda?

Il modulo di domanda compilato, e una fotografia recente formato tessera, da applicare alla domanda che va poi firmata dal tuo docente di strumento.

Cosa bisogna allegare alla domanda?

Ad ogni domanda va allegato:
  • un CD con una registrazione, o nel caso dei compositori, almeno due partiture con eventuale esecuzione.
  • il "learning agreement"
  • il "transcript of records"
  • il tuo curriculum in inglese
  • la lettera di motivazione, in inglese
  • (facoltativo) una lettera di presentazione di un docente.
Quante copie della domanda servono?
Ogni domanda, corredata degli allegati e del CD (o partiture), va prodotta in tante copie quante sono le destinazioni richieste, più una copia (senza CD o partiture) per l'Ufficio Erasmus.

È indispensabile la registrazione?

Quasi tutti gli istituti richiedono la registrazione per valutare se accettare o meno lo studente. Perciò la qualità di esecuzione e registrazione è importante. Il programma, registrato su CD, deve avere la durata di venti/venticinque minuti e dovrebbe contenere almeno uno brano tecnicamente significativo (studio o simile) e due brani di carattere e stile contrastante. I compositori devono allegare almeno due partiture e, se disponibile, la registrazione dell'esecuzione.

Cosa sono il "learning agreement" e il "transcript of records" e come si compilano?
Il Learning agreement contiene l'indicazione dei corsi che seguirai con eventuali esami e serve a farti riconoscere i crediti per il lavoro svolto all'estero. Per compilarlo, devi sapere esattamente quali corsi e quali materie sono disponibili nell'istituto che hai scelto e decidere quali seguire.
Il Transcript of records è il documento in cui verranno registrati gli esami sostenuti e i corsi seguiti durante la mobilità con gli ECTS relativi. È indispensabile ottenerlo perché il tuo periodo di studio all'estero venga riconosciuto in Italia.
Modelli di entrambi si trovano sul sito del Conservatorio nella pagina dedicata ad Erasmus.

Cos'è la lettera di motivazione?
Si tratta di una lettera nella quale esponi brevemente le ragioni più importanti che ti hanno spinto a scegliere una determinata istituzione o docente e -in generale- l'esperienza di un soggiorno di studio all'estero.

Quando si sapranno gli esiti delle domande?

Normalmente gli istituti comunicano l'esito della domanda tra la seconda metà di maggio e la fine di giugno. Non appena l'Ufficio Erasmus riceve la comunicazione, avvisa personalmente gli studenti e provvede ad affiggere i risultati nelle bacheche apposite. È anche possibile consultare la pagina "esiti delle domande".

Come posso organizzare il mio soggiorno all'estero?

Per le informazioni relative al soggiorno (alloggio, eventuali mense, viaggi etc.) puoi riferirti sempre alle pagine web dell'istituto scelto e, in particolare, al referente Erasmus per la mobilità che è presente in ogni istituto e che saprà indirizzarti verso le soluzioni migliori.

Cosa succede se non posso più partire?
Se improvvisamente succede qualcosa che ti impedisce di partire, devi avvertire immediatamente il responsabile Erasmus e il referente dell'Istituto estero scelto. Se le motivazioni che ti hanno fermato sono gravi e documentate (malattia grave, incidenti...) avrai la possibilità di richiedere la borsa Erasmus in un'altra occasione. Negli altri casi sarai escluso da prossime domande.

Quanto tempo posso rimanere all’estero?
La durata del soggiorno va da un minimo di 3 a un massimo 12 mesi.

Mi verranno riconosciuti crediti al ritorno?
Il Placement è un’attività di tirocinio che non prevede la frequenza di corsi o il compimento di esami all’estero; l’assegnazione di crediti al ritorno dalla mobilità sarà effettuato in base alla compatibilità dell’attività esercitata all’estero con gli esami previsti dal proprio piano di studi.